A Davos niente benzina, ma lo spettacolo non manca

Trovo sui giornali un bel paginone su quello che sta succedendo a Davos, con 4 fotine a fare da piedistallo a un torreggiate Mario Draghi che con vaticana magnanimità invita i governi ad abbassare le tasse.
A Davos, che è una gradevole località Svizzera (http://www.davos.ch/en/holiday-shop/holiday-shop.html, ma trovatemi un posto davvero brutto in Svizzera), ci vogliono far credere che il Gotha dell’economia del pianeta sta lavorando per risolvere i problemi (quali? i loro, forse).
Supponiamo che non voglia addentrarmi subito troppo nei dettagli della pagina e mi accontenti (per ora) solo di dare un’occhiata alle foto, in questo caso il mio quotidiano è La Repubblica. Chi sono i protagonisti delle foto?
C’è Medvedev (sì, il primo ministro della federazione russa che ha appena varato una legge anti-gay, http://www.repubblica.it/esteri/2013/01/26/news/putin_vara_la_legge_anti-gay_vietato_persino_parlarne-51313130/), c’è il principe Alberto di Monaco (è proprio lui, il capo del microstato ritenuto essere l’habitat preferito da maxievasori o riciclatori, che ha inabissato con abilità oceanica le inchieste in corso http://www.stamp-scandal.com.ar/Monaco/Web_page2/Monaco,%20altri%20guai%20in%20vista.htm), c’è la bellissima Rania di Giordania (sembra che se la sia cercata, con quel nome, di stare in una polveriera che è ormai circondata da bombe innescate di rivolte popolari che hanno costretto il suo regal consorte, dopo anni, ad avviare le riforme con il 30% della popolazione sotto la soglia di povertà, http://www.eurasia-rivista.org/giordania-dove-portera-il-nuovo-processo-politico/15292/). Gli unici davvero coerenti nel comunicare sono almeno quelli di Greenpeace (la quarta foto), che hanno inscenato una protesta contra le trivellazioni nell’Artico (http://it.notizie.yahoo.com/attivisti-greenpeace-protestano-davos-contro-trivellazioni-artico-114918039.html), decidendo di incatenarsi alla pompa di benzina della Shell (forse vi sarà sfuggito, ma è la compagnia che ha incagliato una stazione di trivellaggio alta come un palazzo di 9 piani) a pochi metri dalla coste dell’Alaska, http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/blog/buon-2013-dalla-shell/blog/43568/).

Morale, in un circo che sembra pieno di pagliacci, gli unici da prendere sul serio sono quelli che hanno inscenato uno spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *